L'idea del Teatro del Sé nasce nel 2015 dall'operatore teatrale e ricercatore spirituale Davide Tolu, con l'intuizione che il profondo e minuzioso lavoro d'esplorazione della/delle personalità proprio dell'attore possa essere messo al servizio della crescita personale e spirituale, se accompagnato alla consapevolezza di sé come coscienza energetica che sta sperimentando un'esistenza umana.  

Il delicato percorso di risveglio in una scuola che si occupi anche del sistema sottile - campo aurico, meridiani e chackra - necessita di un parallelo e contemporaneo lavoro sulle proprie ombre, sul proprio "corpo di dolore": su quelle parti, cioè, che sono state represse, rifiutate, non ascoltate perché troppo dolorose o ritenute inaccettabili. Laddove questo non avviene e le percezioni sottili sono attive o vengono risvegliate senza un'adeguata crescita anche psicologica, si sviluppano squilibri che portano a sentirsi estranei nel proprio corpo e nel mondo e a perdere quindi contatto con la realtà fisica: la vita e le relazioni diventano faticosi e dolorosi.

Il Teatro del Sé raccontato dal suo fondatore e dai suoi partecipanti

D'altra parte si avrà l'illusione di essere "evoluti" e che il problema siano "gli altri", senza accorgersi che, come sempre accade, il problema è tutto interiore e se non ci si pone la giusta attenzione ci si sentirà sempre più sradicati.

Nel novembre 2015, in seno alla scuola di risveglio energetico Eish Shaok, parte un gruppo sperimentale pilota con il compito di mettere le tecniche teatrali e l'espressione corporea, verbale, vocale  a sostegno di un'autoanalisi profonda e dell'espressione del sé nella sua interezza, anche delle proprie parti più oscure. Contemporaneamente, l'ideatore Davide Tolu insieme al collega e compagno di percorso Matteo Manetti, entrambi già operatori pedagogico teatrali con un'esperienza quasi ventennale alle spalle, cominciano il corso triennale per counselor a mediazione teatrale, per offrire un servizio ancora più specifico, professionale e mirato. Grazie alla verve ironica, alla familiarità con il teatro d'improvvisazione comica e all'esperienza dei facilitatori nel campo dell'educazione ludico-ricreativa, gli incontri del Teatro del Sé sono sempre rischiarati da un clima di leggerezza e giocosità, che controbilancia la profondità del lavoro su di sé.

L'esperimento ha successo e il format è esportato anche all'esterno, come percorso di crescita personale per chiunque voglia conoscersi meglio e uscire da una prospettiva di sofferenza. 

Anche quando il fine non è la crescita spirituale, l'approccio del Teatro del Sé tiene sempre conto di tutte le parti che concorrono a formare l'individuo, col suo bagaglio di esperienze personali ed ereditarie che gli derivano dal mondo esterno ma anche dalla parte più profonda e sottile di Sé. 

© 2019 by teatrodelse.it

  • Black Facebook Icon
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now